MINISTERO ISTRUZIONE : PER LE ATTIVITA’ EXTRACURRICOLARI OCCORRE IL CONSENSO DEI GENITORI. LA SCUOLA DEVE INFORMARE CON LARGO ANTICIPO


 

Il Ministero dell’Istruzione ha più volte ribadito alle istituzioni scolastiche che la partecipazione a tutte le INIZIATIVE EXTRACURRICOLARI inserite nel PTOF, è per sua natura FACOLTATIVA e prevede la richiesta del CONSENSO DEI GENITORI per gli studenti minorenni e degli stessi se maggiorenni.

Se la proposta fosse considerata irrecevibile dalle famiglie , come nel caso dello spettacolo Fa’afafine , e sempre possibile astenersi dalla frequenza.

Non esiste nessun obbligo di presenza e le scuole sono tenute ad avvisare le famiglie con congruo anticipo.

Il Ministero continuerà a monitorare qualsiasi situazione che possa essere oggetto di specifiche violazioni.

Questa la sostanza di una lettera che il Ministro Fedeli ha inviato all’assessore all’Istruzione della Regione Veneto Elena Donazzan che aveva attivato il Ministro in relazione allo spettacolo “ Fa’afafine” che sta girando per l’Italia e che racconta la storia di un bambino che nei giorni pari si sente maschio e in quelli dispari si sente femmina.

Le proteste dei genitori ( oltre 102 mila firme) hanno suscitato la reazione di organi istituzionali e di realtà educative e la importante presa di posizione del Ministro dll’Istruzione.

Ci auguriamo che in futuro nessuno dimentichi più che la responsabilità educativa dei figli appartiene alla famiglia e non allo Stato, specialmente su temi così delicati.