LE MISURE IN VIGORE A FAVORE DELLE FAMIGLIE


Bonus asilo nido e forme di supporto presso la propria abitazione

Nell’ambito degli interventi normativi a sostegno del reddito delle famiglie, l’articolo 1, comma 355, legge 11 dicembre 2016, n. 232 ha disposto che ai figli nati dal 1° gennaio 2016 spetta un contributo di massimo 1.000 euro, per il pagamento di rette per la frequenza di asili nido pubblici e privati e di forme di assistenza domiciliare in favore di bambini con meno di tre anni affetti da gravi patologie croniche.

L’articolo 1, comma 343, legge 27 dicembre 2019 n. 160, ha elevato l’importo del buono fino a un massimo di 3.000 euro sulla base dell’ ISEE minorenni, in corso di validità, riferito al minore per cui è richiesta la prestazione.

Il premio è corrisposto direttamente dall’INPS su domanda del genitore.

L’Assegno per il Nucleo Familiare (ANF)

è una prestazione economica erogata dall’INPS ai nuclei familiari di alcune categorie di lavoratori, dei titolari delle pensioni e delle prestazionI economiche previdenziali da lavoro dipendente e dei lavoratori assistiti dall’assicurazione contro la tubercolosi.

Il riconoscimento e la determinazione dell’importo dell’assegno avvengono tenendo conto della tipologia del nucleo familiare, del numero dei componenti e del reddito complessivo del nucleo stesso. La prestazione è prevista in importi decrescenti per scaglioni crescenti di reddito e cessa in corrispondenza di soglie di esclusione diverse a seconda della tipologia familiare.

Sono previsti importi e fasce reddituali più favorevoli per alcune tipologie di nuclei (ad esempio, nuclei monoparentali o con componenti inabili).

Gli importi sono pubblicati annualmente dall’INPS in tabelle valide dal 1° luglio di ogni anno, fino al 30 giugno dell’anno seguente (circolare INPS 17 maggio 2019, n. 66).

 

IL NASPI ( indennità di disoccupazione per chi ha perso il posto di lavoro)

La Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego ( NASpI) è una indennità mensile di disoccupazione, istituita dall’articolo 1, decreto legislativo 4 marzo 2015, n. 22 – che sostituisce le precedenti prestazioni di disoccupazione ASpI e MiniASpI – in relazione agli eventi di disoccupazione involontaria che si sono verificati a decorrere dal 1° maggio 2015. La NASpI viene erogata su domanda dell’interessato.

La misura della prestazione è pari al 75% della retribuzione media mensile imponibile ai fini previdenziali degli ultimi quattro anni, se la retribuzione è inferiore a un importo di riferimento stabilito dalla legge e rivalutato annualmente.

(1.195 euro per il 2017, 1.208,15 euro per il 2018 e 1.221,44 euro per il 2019).

 

  • ASSEGNO UNIVERSALE DI NATALITA’ (BONUS BEBE’) :  è un assegno di sostegno alle famiglie che hanno bambini piccoli

E’  esteso a tutti a prescindere dall’ISEE . L’importo è quindi legato al ‘benessere’ della famiglia: al reddito dei suoi componenti e alle eventuali proprietà ed è articolato in tre fasce : 80 euro il mese; 120 euro il mese; e 160 euro il mese.

. PREMIO NASCITA ( bonus mamma domani) :e’ un beneficio dell’importo di 800 euro del tutto esente dalla tasse, corrisposto alle future madri a partire dal compimento del 7° mese di gravidanza

  • BONUS NIDO : contributo per le famiglie con figli sotto i 3 anni finalizzato alla frequenza degli asini nido o al supporto domiciliare per i bambini con gravi patologie croniche. Il contributo ammonta a 1500 euro l’anno per gli anni 2019, 2020, 2021.
  • Può essere aumentato dino a 3000 euro l’anno per i redditi non superiori ai 25 mila euro.

E’ erogato a tutte le famiglie aventi diritto a prescindere da reddito familiare

  • DETRAZIONI FISCALI PER FIGLI A CARICO : si tratta di una delle misure più rilevanti , tenuto conto che sono oltre 12 milioni i contribuenti con figli a carico.

Le detrazioni spettano nella misura di euro 1220 per ciascun figlio inferiore ai tre anni e a euro 950 per gli altri.

Son riconosciuti ulteriori 200 euro per ogni figlio per i nuclei familiari con almeno 4 figli e di 400 qualora si tratti di disabili.

per il diritto alla detrazione i figli fino a 24 anni  non debbono percepire redditi propri fino a 4000 euro e fino a 2840,51 euro per i figli di età superiore.

LATTE ARTIFICIALE

Bonus fino a 400 euro per sei mesi per le mamme che non possono allattare ( da gennaio 2020)

Carta bimbi da 400 euro per l’acquisto di servizi per l’infanzia e baby sitter

Congedo di paternità : fino a 7 giorni