INTERVENTI PER I NUCLEI FAMILIARI NUMEROSI SUBITO : VERSO LA CONFERENZA SULLA FAMIGLIA


 

 

INTERVENTI PER I NUCLEI FAMILIARI NUMEROSI SUBITO E IN 5 ANNI LA RIFORMA DEL SISTEMA FISCALE CON IL FATTORE FAMIGLIA.

PIENA CONDIVISIONE DEL FORUM DI REGGIO EMILIA ALLA INIZIATIVA DEL FORUM NAZIONALE CHE PRESENTA UNA PIATTAFORMA SERIA E RESPONSABILE IN OCCASIONE DELLA CONFERENZA NAZIONALE DELLA FAMIGLIA DI FINE SETTEMBRE.

 

 SI TRATTA DI UN PERCORSO CHE IN UNA PRIMA FASE DEVE DARE OSSIGENO AI  NUCLEI NUMEROSI ( DAI TRE FIGLI IN SU) E, CHE POI NEL GIRO DI 5 ANNI, INTRODUCA NEL SISTEMA FISCALE ITALIANO IL “ FATTORE FAMIGLIA”.

 

Si parla  ,  giova ricordarlo ogni volta, di un intervento sistemico e non di un improduttivo bonus una tantum, e cioè una estensione della no tax area in base ai carichi presenti nei nuclei che premia tutti e mette automaticamente al riparo dal rischio di povertà le famiglie numerose.

Il tasso di natalità italiano è il più basso del mondo e il tasso di povertà continua a crescere. Un paradosso inaccettabile , il segno di un ritardo enorme nel formulare e attuare decenti politiche familiari.

Il Forum delle Associazioni familiari e tante Associazioni vedono perciò la prossima Conferenza di Roma strettamente legata al varo della legge di stabilità e si presentano all’appuntamento con numeri e proposte :

16 miliardi il costo del fattore famiglia a regime ( 5 anni), 4 miliardi se lo si introduce in una prima fase per le famiglie numerose ; 2 miliardi se si raddoppia il fondo anti – povertà per il Reddito di inclusione, un miliardo se si decidesse anche solo di raddoppiare gli assegni familiari ai nuclei che hanno dai 4 figli in su.

Un paniere di possibilità articolate che è consapevole che deve vedersela con il problema generale dei conti pubblici, ma altrettanto avvertito che un ennesimo rinvio di misure urgenti e necessarie rappresenterà un nuovo colpo di gelo sul già rigido inverno demografico.

Debbono cosi’ finire gli interventi una tantum : occorre definire un orizzonte temporale che consenta di misurare gli effetti delle diverse scelte. Alle famiglie occorre dare sicurezza con investimenti  di medio e lungo periodo e cioè di almeno 3 – 5 anni.

Ai diversi livelli di imposizione fiscale la famiglia va considerata sempre più come un nucleo e non come una somma di individui.

Così come avviene nella Sanità vanno fissati dei livelli essenziali di assistenza anche in campo sociale , come occorre favorire la conciliazione tra tempi di vita e di lavoro.

Al Forum interessano questi passi e non un atteggiamento di rivendicazioni o un ring dove dare e prendere pugni.

Troppi decenni di silenzi e di proclami : il test per verificare la serietà del governo e del Parlamento è la legge di stabilità.

E’ a questa che il mondo delle Associazioni si sta preparando e non alle elezioni.

 

Il Forum delle Associazioni Familiari di Reggio Emilia.

 

10 agosto 2017