IL BONUS DI 80 EURO VA RIMODULATO IN BASE AL CARICO FAMILIARE.


 

 Il Forum delle famiglie torna alla carica sugli80 euro. E chiede al nuovo governo di rimodulare in base ai carichi familiari il bonus in busta paga destinato ai lavoratori dipendenti con redditibassi e medi. Oggiinfattila detrazione è uguale per tùtti i redditi  compresi tra 8.000 e 26.000 euro,tanto che il benèfìciario sia single,tanto che abbia una famiglia numerosa da mantenere.

La misura, avviata net 2014,costa su base annuale circa 1o miliardi dieuro in termini diminori entrate fiscali (o secondo la contabilità Ue,di maggiore spesa). Ridistribuendo il  beneficio in funzione ai«pesi»familiari, non solo si andrebbe verso una maggiore equità della misura , ma si potrebbe inserire tale azione in un primo importantissimo passo verso l’attuazione del Fattore Famiglia, per una fiscalità giusta , come stabilito dalla Costituzione , così disattesa e ignorata quando si parla della capacità contributiva per il calcolo delle tasse».

L’introduzione del Fattore Famiglia costerebbe 14 miliardi,mentre rimodulare gli 80 euro costerebbe sempre  gli attuali 10 miliardi  già impegnati.

 Come fare? La proposta del Forum è semplice.Il bonus dovrebbe scendere a 60 euro mensili per  il singolo e·riguarderebbe sempre i redditi tra 8000 e 26.000 euro.

 Per il primo familiare a carico si riceverebbero 20 euro in più, quindi in tutto 80euro,come ora Per ogni altro  familiare a carico si avrebbero ulteriori 1O euro mensili.

Inoltre per ogni familiare  a carico la soglia di reddito  che da diritto allo sgravio aumenterebbe di 5.000 euro, permettendo così di far  accedere al beneficio più famiglie.