CON DONATI IL FORUM FAMIGLIE RILANCIA IL VALORE DI ADOZIONE E AFFIDO.


CON” DONATI”  IL FORUM FAMIGLIE RILANCIA IL VALORE DI ADOZIONE E AFFIDO

Venti eventi in contemporanea in ciascuna regione italiana per rilanciare il tema dell’accoglienza familiare e del valore morale, sociale ed economico che l’incontro tra infanzia abbandonata e coppie sposate senza figli può generare attraverso l’adozione o l’affido, restituendo un papà e una mamma ad almeno parte dei 15mila minori fuori famiglia attualmente ospiti di strutture di accoglienza in Italia; una scelta che produce enormi effetti di sussidiarietà economica e conferma il ruolo imprescindibile della famiglia come più importante ‘ammortizzatore sociale’ del Paese: è tutto questo e molto di più #Dònàti: fatti un dono, dona una famiglia a chi non l’ha, progetto promosso dal Forum delle Associazioni Familiari che ha visto  i Forum Famiglie regionali protagonisti sabato 26 gennaio  nel raccontare  della bellezza  della scelta adottiva o affidataria.

Un incontro che almeno parte dei 5 milioni di coppie sposate senza figli nel nostro Paese sarebbe assai disposta a fare, se solo sapesse come, che cosa comporta e quali effetti benefici schiude. Ecco il perché della formula delle testimonianze dirette di chi questa scelta l’ha compiuta. Non solo: attraverso “donati,” tutte le famiglie e le associazioni che hanno a cuore il destino dei bambini costretti a vivere lontano dalla loro famiglia d’origine potranno partecipare, anche indirettamente, alla Campagna sui social networks, raccontando quanto è bello, utile e possibile scegliere l’adozione o l’affido per restituire il sorriso a un bambino abbandonato.

Si tratta di  seminare frutti di speranza per l’infanzia abbandonata  perché siamo convinti che solo la testimonianza concreta della scelta di diventare genitori adottivi o affidatari, portata avanti  dalle famiglie del Paese reale, potrà generare nuovi nuclei familiari decisi a fare altrettanto, restituendo la dignità di figli a tanti minori senza famiglia e svolgendo, nel contempo, un servizio utile alla collettività.

 

Sabato 26 gennaio a Parma , organizzata dl Forum con l’aiuto determinante delle associazioni che ne fanno parte e domenica 27 a Reggio Emilia con il convegno per l’accoglienza,  promosso da Case della Carità – Famiglie per l’emergenza  e Ufficio di Pastorale Familiare, abbiamo visto ( venite e vedete!) i frutti della accoglienza e della carità, attraverso la testimonianza di coppie di sposi molto giovani che, con totale semplicità, hanno raccontato senza enfasi il perché e come hanno scelto di fare emergenza, affido familiare e adozione.

A Reggio in modo particolare abbiamo potuto conoscere la realtà delle famiglie per l’emergenza e cioè la disponibilità ad accogliere per periodi brevi i bambini che per circostanze gravi debbono lasciare la famiglia per poi ritornarvi ad emergenza superata. Famiglie che accettano di accogliere con un preavviso di poche ore, famiglie che aprono la loro casa a bambini di appena venti giorni di vita!

In questo periodo di diffusione della Campagna, abbiamo così conosciuto tante famiglie in un numero che non sospettavamo, associazioni come Famiglie per l’Accoglienza, Famiglie per l’Emergenza delle Case della Carità, la Comunità di Papa Giovanni fondata da don Oreste Benzi, l’Aibi , le Famiglie Nuove ( Movimento dei Focolari), ma ce ne sono molte altre.

 Tutti portatori della certezza che ogni bambino merita di crescere accanto a una mamma e un papà.